Incontinenza urinaria dopo il parto

La gravidanza, e poi il parto hanno un carico molto forte sul corpo della donna. Il pieno recupero richiede tempo. Spesso una donna nota che l'urina perde dopo il parto. In questo caso, parlando di incontinenza.

Dopo la nascita, la perdita di urina è comprensibile. Questo accade più spesso con la tensione causata da tosse, risate o starnuti, specialmente quando la vescica è piena.

In questo caso, l'urina viene escreta in una piccola quantità. Provocare un pesi "fuga" può essere di sollevamento, l'abuso di alcool (dopo il parto è improbabile che sia una donna sana beve alcolici, ma ancora), il rapporto sessuale, l'esercizio fisico.

Le giovani madri sono timide di un problema simile e non si rivolgono al medico, aspettandosi che la situazione si risolva senza intervento. Di conseguenza, la malattia progredisce. E poi accompagnerà la donna, non solo dopo il parto. La minzione involontaria diventerà parte della vita successiva. Se in futuro un tale paziente vuole avere più figli, allora con ogni consegna successiva la patologia aumenterà.

Gli esperti chiamano questo problema lo stress incontinenza urinaria. E designarlo come una complicanza dopo il parto. Incontinenza quando starnuti e altri carichi - il sintomo principale della malattia. Vale la pena notare che il periodo post-partum è abbastanza difficile e fisicamente a causa della mancanza di sonno, e psico-emotivo quando infuria istinto materno. Se aggiungiamo perdite di urina a tutto questo, allora non è lontano dalla depressione.

Ovviamente, la fuoriuscita di urina non può essere definita un disastro. La patologia non porta una minaccia alla vita, il corpo non ne soffre e non ci sono sensazioni di dolore debilitante. Solo alcuni degli inconvenienti e dei cuscinetti antiusura costanti.

Meccanismo di accadimento

Per conservare l'urina, è necessario osservare le condizioni principali. Eccoli:

  • la vescica deve occupare una certa posizione nell'addome inferiore;
  • l'uretra deve essere immobile e anche al suo posto;
  • gli organi devono essere adeguatamente forniti di nervi;
  • i muscoli e gli sfinteri devono essere completi.

Durante il parto, l'urea viene compressa e l'utero si irrigidisce, il che aumenta con la crescita del feto. Di conseguenza, la posizione dell'organo è disturbata, i muscoli sono in tensione costante. Durante la consegna, il carico aumenta ancora di più. Non hai nemmeno bisogno di essere uno specialista per rispondere alla domanda se ci possa essere l'incontinenza dopo la nascita.

I muscoli del pavimento pelvico non solo supportano il bambino nel grembo materno, ma con il loro aiuto il bambino viene espulso. Quindi si scopre che a causa del carico pesante sono feriti, allungati. Più spesso una donna partorisce, le cose peggiori sono con questi muscoli longevi. Di conseguenza, tutte le condizioni sopra menzionate sono state violate.

Tipi di incontinenza

  • Stressante con carichi. Dopo la consegna, quando si tossisce, l'incontinenza urinaria è una delle più comuni. Non appena la pressione all'interno della cavità addominale cambia bruscamente, le gocce di urina verranno rilasciate.
  • Reflex. Questo potrebbe includere alcuni suoni "registrati" nel subconscio. Molto spesso, l'urina perde quando una donna sente come scorre l'acqua monotona.
  • Sharp sollecita. In questo caso, è difficile conservare l'urina a causa di una forte spinta.
  • Perdita notturna. Si tratta di perdere il controllo della minzione durante il sonno. Succede anche dopo il taglio cesareo. Incontinenza in questo caso, puoi provare a eliminare con l'aiuto di allarmi speciali.
  • Overflow. Se il parto è stato con complicazioni e gli organi pelvici sono affetti da neoplasie, si verifica quindi ischuria paradossa. In questo caso, voglio urinare, ma non funziona. Di conseguenza, non vi è alcuna possibilità di svuotare qualitativamente la bolla e l'urina perde regolarmente.

Ipossia tissutale

Con il passaggio della testa attraverso il canale del parto, l'uretra potrebbe gonfiarsi. Ciò è dovuto al fatto che il feto esercita una pressione sui tessuti molli, pertanto i nervi e i muscoli ne soffrono.

Una pressione prolungata si verifica quando è difficile per una donna fare uno sforzo giusto e il bambino rimane bloccato per un po '. I tessuti iniziano a vivere l'ipossia, diventano bianchi, perdendo la loro naturale funzione.

In questa forma di realizzazione, l'incontinenza urinaria dopo la nascita è temporanea. Finché si verifica il recupero, la vescica non sembra essere sentita, motivo per cui l'urina defluisce. Dopo la nascita, le ostetriche controllano il numero di urine delle giovani madri e le chiedono regolarmente di urinare.

Il problema non sempre scompare da solo. Ci sono situazioni in cui il riflesso è fissato a causa del grave stress alla nascita.

Fattori negativi

Ci sono una serie di fattori che causano l'incontinenza urinaria dopo il parto. Come trattare? Dipende dalla patogenesi.

  • Operazioni. Vari interventi chirurgici danneggiano i nervi, i vasi sanguigni e i muscoli. Situazione del parto esacerbata.
  • Eredità. Se qualcuno in famiglia ha avuto problemi, allora una donna può ereditarli.
  • Lesioni. Fratture o lesioni del midollo spinale che interessano le sue divisioni inferiori causano problemi con la minzione.
  • Patologia natura neurologica. In questo caso, la terapia è prescritta da un neurologo, poiché il sistema nervoso è compromesso.

diagnostica

Quindi, hai un incontinenza urinaria di lunga durata dopo il parto. Le cause e il trattamento sono responsabilità del medico.

Lo specialista raccoglierà anamnesi, prescriverà test e test aggiuntivi. Alcuni medici usano il questionario, suggerisco che i miei pazienti rispondano onestamente ad alcune domande.

Il medico avrà bisogno di dati accurati sul numero di perdite e di minzione al giorno. A tal fine, utilizzare un diario, dove è necessario registrare la quantità di fluido che si beve, la frequenza di minzione, la loro qualità e il volume. Per conservare i record hai bisogno di due o tre giorni, non di più.

In caso di incontinenza urinaria nelle donne dopo la nascita, il trattamento viene spesso eseguito da un ginecologo. Pertanto, è obbligatorio un esame sulla sedia per studiare le condizioni degli organi del sistema genito-urinario. Oltre all'esame, il medico effettua anche un test di tosse. Se il test è positivo, la diagnosi è confermata. Perché dopo l'incontinenza dopo la nascita, mostrerà ulteriori ricerche. Questi includono:

  • cistoscopia, che consente di esaminare la vescica dall'interno e vedere se contiene un diverticolo o un'infiammazione;
  • Un'ecografia per determinare la quantità di urina rimasta nella vescica dopo la minzione;
  • studio urodinamico.

trattamento

Insieme al medico, saranno scelte le tattiche di trattamento. Un'attenzione particolare è riservata agli esercizi. Con il loro aiuto, puoi rafforzare i muscoli del pavimento pelvico.

Un metodo piuttosto efficace è quello di tenere pesi diversi nella vagina. La durata del trattamento è di almeno un anno. In parallelo, l'elettrostimolazione deve essere eseguita, e il campo elettromagnetico dovrebbe influenzare anche il pavimento pelvico.

Vale la pena notare che quando un'incontinenza viene diagnosticata dopo il parto durante il salto, così come altre attività, il trattamento sarà lungo. La pillola magica non esiste. E non tutte le medicine possono essere prescritte a una donna che allatta al seno.

chirurgia

Nei casi più gravi, il medico può suggerire un intervento chirurgico. Con esso, è possibile creare un supporto per l'uretra, limitando la sua mobilità. Solitamente per questi scopi viene utilizzato un gel speciale. La procedura può essere eseguita in anestesia locale.

Per la fissazione della cervice, l'urea e l'uretra sono operazioni molto gravi. Questo è un caso raro.

L'operazione di loop è abbastanza comune. Per il corpo, è abbastanza sicuro e l'efficienza è alta. Vengono utilizzate fettucce sintetiche che supportano l'uretra con una rete. L'intervento dura circa 45 minuti. Il periodo di recupero è breve. L'anestesia è spesso usata localmente.

Se hai delle perdite di urina dopo la nascita, non dovresti aspettare un miracolo. Vai a uno specialista! Prima si inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità di eliminare il problema.

Incontinenza urinaria dopo il parto

L'incontinenza urinaria dopo il parto è una condizione patologica nelle donne, in cui si verifica la minzione involontaria. La minzione involontaria postpartum è più spesso indicata come incontinenza urinaria da stress quando la scarica si verifica durante l'esercizio fisico, risate, starnuti, tosse, rapporti sessuali (in caso di un forte aumento della pressione intra-addominale).

L'incontinenza urinaria non è una malattia, ma un'interruzione nel normale funzionamento del sistema urinario. L'incontinenza urinaria è una complicanza postpartum che si verifica nel 10% delle donne durante la prima gravidanza e il parto e nel 21% delle donne durante la seconda e ogni successiva gravidanza. Nel parto naturale, la probabilità di incontinenza urinaria è leggermente superiore a quella del taglio cesareo.

L'incontinenza urinaria postpartum non è lo stato naturale di una donna e richiede una correzione. La funzione urinaria viene ripristinata in media tutto l'anno. In alcuni casi, l'auto-recupero non si verifica. L'incontinenza urinaria non rappresenta una minaccia significativa per la salute di una donna (nei casi in cui non ci sono complicazioni nella forma di processi infiammatori e infettivi), ma riduce significativamente la qualità della vita. Con una diagnosi tempestiva e una terapia corretta, l'incontinenza urinaria postpartum viene completamente eliminata. Se non si diagnostica il problema in tempo e non si prendono misure per normalizzare la minzione, la condizione può peggiorare nel tempo. I casi lanciati sono molto più difficili da correggere, caratterizzati da frequenti ricadute.

Cause di incontinenza urinaria dopo il parto

La principale causa di incontinenza urinaria dopo il parto è l'allungamento e l'indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico, che forniscono un supporto sufficiente per l'utero durante la gravidanza.

Il pavimento pelvico è un potente muscolo e strato fasciale che serve a mantenere gli organi interni, mantenere la loro posizione normale, regolare la pressione intra-addominale e promuove anche l'espulsione del feto durante il parto, formando un canale del parto. Lo stiramento dei muscoli del pavimento pelvico avviene sotto il peso dell'utero e il feto si sviluppa in esso. Grave travaglio, feto di grandi dimensioni, lesioni alla nascita sono anche cause di indebolimento dei muscoli.

L'incontinenza dopo il parto è determinata dai seguenti fattori:

  • Violazione dell'innervazione dei muscoli del pavimento pelvico e della vescica;
  • Violazione della funzione di commutazione dell'uretra e della vescica;
  • Mobilità anormale dell'uretra;
  • Instabilità della posizione della vescica, fluttuazioni della pressione intravescicale.

Esistono numerosi fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo dell'incontinenza urinaria dopo il parto:

  • Eredità (predisposizione genetica allo sviluppo del disturbo);
  • Caratteristiche della struttura anatomica degli organi pelvici e dei muscoli del pavimento pelvico;
  • Disturbi neurologici (malattie del sistema nervoso, sclerosi multipla, morbo di Parkinson e lesioni spinali);
  • Intervento chirurgico durante parto e trauma alla nascita;
  • Grande frutto;
  • Eccessivo aumento di peso durante la gravidanza.

Sintomi di incontinenza urinaria dopo il parto

Nella pratica medica, ci sono 7 tipi principali di incontinenza urinaria:

  • Incontinenza urinaria urgente - minzione volontaria con un forte, forte impulso, incontrollabile;
  • Stress incontinenza urinaria - minzione durante qualsiasi tipo di attività fisica, aumento della pressione intra-addominale;
  • Paradosso ishuria o tracimazione di incontinenza - escrezione urinaria nella vescica piena;
  • Incontinenza riflessa - minzione se esposta a fattori provocatori (grido forte, sussulto, rumore dell'acqua);
  • bagnare il letto;
  • Perdita di urina costante involontaria;
  • Perdita di urina dopo la minzione completa.

L'incontinenza dopo la nascita viene spesso definita incontinenza da stress (LBM). Per una diagnosi accurata è necessario un esame completo.

La diagnosi di incontinenza urinaria dopo il parto è fatta se la donna ha i seguenti sintomi:

  • Episodi regolari di minzione involontaria;
  • Volume urinario significativo in ciascun episodio;
  • Aumento dell'escrezione delle urine durante l'attività fisica, stress, durante i rapporti sessuali.

In caso di episodi irregolari di minzione involontaria, è necessario consultare un medico per correggere la condizione. Va notato che i casi isolati di minzione involontaria in volumi insignificanti sono anche caratteristici di un organismo sano.

Incontinenza dopo il parto: trattamento e prognosi

Il trattamento dei disturbi urinari deve essere gestito correttamente. Molte donne ignorano il problema e, senza andare dal medico, cercano di risolvere il problema da soli o di sopportare questa condizione patologica. In caso di incontinenza dopo la nascita, il trattamento prevede metodi conservativi e radicali.

In caso di incontinenza urinaria, non è raccomandato il ricorso all'autoterapia, poiché questa condizione richiede un attento esame per escludere possibili infiammazioni e cause infettive di incontinenza.

In caso di incontinenza urinaria dopo la nascita, il trattamento non comporta l'uso di farmaci. I farmaci sono prescritti in caso di complicanze del processo infiammatorio o dell'infezione da incontinenza urinaria.

La diagnosi di incontinenza urinaria è effettuata con i seguenti metodi:

  • Raccolta dell'anamnesi (segni soggettivi del paziente, caratterizzazione della violazione);
  • Esame sulla sedia ginecologica;
  • Cistoscopia (esame endoscopico della vescica);
  • Effettuare test di laboratorio;
  • ultrasuoni;
  • Studio urodinamico completo (cistometria, profilometria, uroflussimetria).

I metodi conservativi per trattare l'incontinenza urinaria dopo il parto eseguono esercizi fisici per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico e la cosiddetta terapia senza gradini, che prevede l'allenamento dei muscoli mantenendo determinati pesi di peso crescente.

Il criterio per valutare l'efficacia dei metodi conservativi è la completa scomparsa degli episodi di minzione involontaria. In media, la normalizzazione della minzione richiede fino a 1 anno.

Con l'inefficacia dei metodi conservativi di trattamento dell'incontinenza urinaria dopo la nascita, vengono utilizzati metodi chirurgici per correggere il problema. Attualmente vengono praticate tecniche chirurgiche minimamente invasive.

I principali metodi di correzione chirurgica sono:

  • Urethrocytocervicopexia è un intervento chirurgico completo per il fissaggio della vescica, dell'uretra e dell'utero. Questo metodo è usato molto raramente con una significativa interruzione della struttura dei muscoli pelvici;
  • L'introduzione del gel nello spazio parauretrale - la manipolazione viene effettuata sia in ospedale che a livello ambulatoriale. Con questo metodo di correzione dell'incontinenza, il rischio di recidiva rimane elevato;
  • Correzione chirurgica loopback della fionda - posizionamento sotto la parte centrale del ciclo sintetico dell'uretra, fornendo supporto aggiuntivo.

Problema delicato dopo la nascita con incontinenza urinaria

Non è usuale parlare di ciò che scrivi, ed è imbarazzante ammettere anche i tuoi amici più cari. E di regola, sei rimasto solo con questa disgrazia. Quindi era prima. Ora, per le risposte a tutte le domande, corremmo fiduciosamente su Internet, cliccando sui titoli delle pagine di distribuzione. Ti invitiamo, senza vergogna e attenzione, a immergerti nelle informazioni sul problema dell'incontinenza dopo il parto e scoprire le soluzioni.

Come e quando si verifica l'incontinenza urinaria?

La minzione incontrollata dopo il parto non è così rara e il 30-40% delle donne lo affrontano. Si manifesta immediatamente dopo il parto, ma non tutto viene notato nel tempo in caso di leggera perdita, confondendo con la scarica postpartum. Che, come sappiamo, dura in media 6-8 settimane. Poi - a proposito di come accade secondo la testimonianza del testimone oculare, di fronte a un fenomeno così spiacevole nel suo corso di vita, come l'incontinenza urinaria nelle donne dopo il parto.

Mancanza di un segnale dalla vescica - quando non si sente che sarebbe il momento di andare in bagno, fino a quando la sensazione di distensione e di malessere appare nello stomaco. Per stimolare la minzione, molti visitano la stanza delle donne ogni due ore, compresa l'acqua del rubinetto. E sotto il suono dell'acqua mormorante con un successo variabile, si scopre di scacciare una parte di urina senza particolari stimoli.

Altrimenti, la vescica traboccata di urina si svuoterà, ma come al solito nel posto più inappropriato per questo. O il segnale che è ora di svuotare, arriva a tradimento in ritardo e di nuovo, spesso in condizioni inappropriate. Oppure un pensiero deliberatamente mormorio attraversò il cervello. E semplicemente non hai il tempo di raggiungere il luogo adatto allo scopo di scrivere.

E l'imbarazzo che una donna prova dopo una tale Assoluta di una vescica che le appartiene di diritto, ma che vive con la propria vita, sfugge alla descrizione. L'incontinenza urinaria è una vera punizione per una donna e la porta ad una vera fobia - la paura di lasciare le sue mura natali con un bagno così vicino, e involontariamente farla diventare reclusa dopo il parto.

C'è un'incontinenza più leggera, ma non meno fastidiosa dopo il parto. Quando starnutire, tossire, ridere e la minima tensione nei muscoli addominali, una piccola quantità di urina viene espulsa. Con l'occultamento di questo fraintendimento, i rivestimenti quotidiani di solito riescono a farcela in segreto.

Ci sono anche casi di incontinenza con svuotamento incompleto della vescica. Subito dopo aver urinato e messo la biancheria intima, le perdite di urina rimanenti, come si dice, direttamente nelle mutande. Qualcuno ha una leggera diminuzione e qualcuno ha piccole pozzanghere. Di nuovo, per rimanere in incognito nel campo della scrittura, aiuta i salvaslip.

Perché appare un problema delicato e chi è a rischio dopo il parto

Durante la gravidanza, il corpo si prepara per il parto - sotto l'influenza degli ormoni, il tessuto connettivo dell'apparato legamentoso del bacino si ammorbidisce e i muscoli si allungano, mantenendo il processo di minzione sotto controllo. Cambiare la solita disposizione degli organi.

La vescica è in condizioni ristrette e si "abitua" a una piccola quantità di urina contenuta e alle sue frequenti "prugne". Quindi, dopo aver partorito, si trova negli spazi liberi e non immediatamente "capisce" il segno critico di pienezza e vuoto, versando liquido quando gli piace in piccole porzioni o aspettando il punto più alto del troppopieno.

Ripristinare il sistema urogenitale e portare i muscoli e gli organi di supporto dei legamenti a un tono, dopo il parto, richiede del tempo dopo il quale le anormalità dello svuotamento si fermano senza prendere ulteriori misure.

Di solito questo processo richiede circa un mese. Ma se dopo un mese ci sono ancora problemi con una piccola perdita, allora è troppo presto per parlare di patologia. I medici consigliano in questo caso di aspettare un anno e, con la continua incontinenza, è possibile risolvere il problema con l'aiuto di semplici operazioni.

L'incontinenza urinaria dopo la nascita è più probabile che si verifichi in donne con nascite multiple, nascite rapide e traumatiche con tagli e sutura, portamento e nascita di un bambino grande, con malattie croniche del genitourinario e condurre uno stile di vita sedentario durante la gravidanza.

Come aiutare te stesso sull'incontinenza

Se si nota una perdita involontaria di urina durante il parto, può essere d'aiuto allenare i muscoli pelvici indeboliti dalla gravidanza.

Per cominciare, prova ad eseguire esercizi di Kegel, consigliati per una pronta guarigione a tutte le donne che hanno dato alla luce.

Sono stati inventati dal professore americano di ginecologia Arnold Kegel nella metà del XX secolo e hanno ricevuto riconoscimenti in tutto il mondo. Lo scopo di questa serie di esercizi è di prevenire e curare gli organi e i sistemi del pavimento pelvico, compresa l'incontinenza urinaria.

L'essenza dell'esercizio è la tensione e il rilassamento dei muscoli del pavimento pelvico. Per capire quali muscoli hanno bisogno di lavorare con l'incontinenza, prova a trattenere e fermare il flusso di urina durante la minzione. Per l'allenamento avanzato dei muscoli intimi, ci sono anche speciali simulatori vaginali di Kegel.

Idealmente, l'effetto degli esercizi di Kegel diventa evidente dopo una settimana di allenamento sistematico. Puoi farli con parto non complicato subito dopo aver lasciato la sala parto. Se hai lacrime, tagli, taglio cesareo e altre spiacevoli conseguenze del parto, allora l'attività dilettantistica è punibile e devi prima consultarti con il tuo medico.

Per liberare la vescica dopo aver dato alla luce il suo giusto posto, puoi provare ad allenarla, imparando a vivere di nuovo. Per fare questo, fare un programma di urinazione, inizialmente basato sugli intervalli attraverso i quali si notano perdite di urina involontarie e andare in bagno secondo un programma.

Aumentare gradualmente questo intervallo fino a un valore estremo di 3-3,5 ore. Prima o poi, questo corpo otterrà ciò che vuole da esso. Vale a dire - un desiderio urgente di svuotare quando l'urina è piena.

Trattamenti medici non chirurgici

Oltre ai metodi di auto-aiuto per l'incontinenza, è possibile consultare un medico e ottenere un appuntamento per le procedure di fisioterapia elettromagnetica. Il loro effetto terapeutico è quello di migliorare la trasmissione degli impulsi nervosi tra i recettori della vescica e del cervello.

In termini semplici, quando si riempie la vescica con 150 ml, si verifica un aumento della pressione intravescicale, che i recettori raccolgono e trasmettono informazioni attraverso i canali nervosi al cervello. Il comandante in capo lo segnala sotto forma di impulso e allo stesso tempo dà il comando di ridurre lo sfintere (il muscolo circolare che collega l'uscita da e verso l'uretra) per evitare di minare la reputazione.

Un forte impulso si prova con una pienezza di 200-300 ml. Non appena si arriva al luogo in cui si trova il bagno, il cervello solleva lo sfintere ristretto e le "cose ​​bagnate" vengono fatte con una sensazione di sollievo. Durante la gravidanza e durante il parto, questo legame finemente costruito può iniziare a funzionare a intermittenza. Il metodo fisioterapico aiuta a far fronte a questi disturbi.

In combinazione con tutti i metodi sopra descritti per il trattamento dell'incontinenza urinaria, i farmaci sono prescritti in aggiunta.

Questi sono solitamente farmaci che calmano il sistema nervoso, migliorano la circolazione del sangue, vitamine e minerali che rafforzano la parete vascolare.

I farmaci che influenzano direttamente il processo di deflusso delle urine, non esiste, tranne nei casi di incontinenza notturna.

Metodi di trattamento chirurgico

E ora al peggio. Se dopo un anno hai incontinenza urinaria dopo il parto e nessun metodo conservativo migliora la situazione, ti può essere offerto un metodo chirurgico. In realtà, non tutto è così spaventoso e non c'è nulla di cui aver paura.

In un'operazione di ansa o fionda, un nastro viene inserito sotto l'uretra sotto forma di un cappio del proprio tessuto o materiale sintetico, che supporta l'uretra anziché legamenti indeboliti e impedisce alla vescica di svuotarsi, prevenendo l'incontinenza urinaria. Quando si omette, il rallentamento degli organi adiacenti può richiedere l'installazione di una griglia di supporto. L'operazione non è dolorosa, viene eseguita attraverso piccole incisioni e viene eseguita entro 30-40 minuti. Dall'ospedale dimesso già per 2-3 giorni.

Le iniezioni con gel di biopolimeri creano ulteriore supporto per l'uretra e un angolo di inclinazione favorevole del canale, prevenendo il flusso incontrollato di urina o l'incontinenza. L'operazione viene eseguita in anestesia locale, è semplice da eseguire, ci vuole mezz'ora e può anche essere eseguita su base ambulatoriale - cioè, l'ho fatto, mi sono alzato e sono andato sui miei affari.

L'uretrocitocervicopessi è difficile da leggere e persino più difficile da pronunciare. Anche questa operazione è complicata ed eseguita. Fornisce un ampio intervento chirurgico in anestesia generale. I legamenti che supportano l'uretra e la vescica sono rafforzati. Poiché il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico è lungo, raramente è fatto oggi. Il palmo nella lotta contro l'incontinenza urinaria appartiene ai due precedenti metodi operativi.

Attualmente, il problema dell'incontinenza è risolto. La minzione incontrollata un anno dopo la nascita ea qualsiasi età (ad eccezione del periodo neonatale, dell'infanzia e della prima infanzia) è un fenomeno anormale. E se nessuno dei metodi di autoaiuto ti aiuta, butta da parte i vincoli e i dubbi e consulta un medico. Prima farai fronte all'incontinenza, prima ti sentirai come una persona a tutti gli effetti che non è preoccupata ogni secondo a pochi passi dal bagno!

L'incontinenza urinaria dopo il parto è curabile con successo

Un problema come l'incontinenza urinaria, in altre parole la disuria, si verifica nel 38,6% delle donne che partoriscono.

Il volume di scarico involontario di urina può essere diverso: da un paio di gocce a perdita continua di urina per tutto il giorno.

Molto spesso le donne tacciono sul loro serio problema per un senso di vergogna o imbarazzo, non volendo discuterne nemmeno con un medico.

Ma invano, a causa dell'incapacità di controllare il processo di minzione, una donna è costretta a fare alcune modifiche al suo comportamento abituale, diventa più chiusa, riducendo così la sua qualità di vita.

Ma, tuttavia, le donne nella maggioranza, nonostante la presenza di un problema così serio, non desiderano cercare cure mediche altamente qualificate.

Pertanto, causano deliberatamente un danno irreparabile alla loro salute, rifiutando un trattamento appropriato.

E tutti soffrono e sono categoricamente timidi per andare a consultare un medico. Dopotutto, spesso questo problema si manifesta nel periodo del rapporto sessuale, influenzando negativamente la vita intima personale. Chi è a rischio di incontinenza?

Leggi di gravidanza dopo un polipo in questo articolo.

E qui leggi della gravidanza dopo un aborto.

Qual è la ragione?

I principali fattori dell'incontinenza urinaria dopo il parto:

  • ripetutamente dando alla luce donne;
  • il verificarsi di lesioni muscolari del pavimento pelvico a causa di un aumento del carico su di loro durante la gravidanza;
  • rottura del perineo dopo il parto con complicazioni;
  • donne in menopausa a causa di bassi livelli di estrogeni;
  • fattore ereditario

Esistono sei tipi di incontinenza urinaria:

  1. Incontinenza da stress causata da stress In questo caso, l'urina viene rilasciata involontariamente quando tossisce, starnutisce, qualsiasi sforzo fisico, quando la pressione addominale aumenta bruscamente.
  2. Incontinenza urgente Cioè, l'urina viene involontariamente rilasciata con un improvviso e insopportabile bisogno di urinare, che è quasi impossibile da contenere.
  3. Incontinenza urinaria riflessa che si verifica solo in determinate circostanze: il suono dell'acqua che versa, la paura forte e altri.
  4. Enuresi (pipì a letto).
  5. Flusso involontario di urina.
  6. Perdita di urina al completamento della minzione.

In caso di violazione della vescica, uretra, trasmissione degli impulsi dai nervi ai muscoli del pavimento pelvico e alla membrana muscolare della vescica, integrità anatomica e funzionale dello sfintere e dell'uretra della vescica, si verifica una scarica involontaria di urina.

Le persone spesso chiedono: le supposte di Pimafucin possono essere utilizzate durante la gravidanza? Chiedi al dottore!

È possibile conoscere gli antibiotici approvati per l'uso durante la gravidanza da questo articolo.

Diagnosi e trattamento

Prima di assegnare un corso di trattamento, è necessario sottoporsi a un esame specifico.

I metodi di diagnosi per l'incontinenza includono:

  1. Esame vaginale per la presenza di deformità cicatriziali dei genitali. Prendendo le macchie dalla vagina e dalla cervice per l'esame al microscopio.
  2. Ultrasuoni del sistema urinario.
  3. Cistoscopia (se necessario), in cui la vescica viene ispezionata dall'interno con l'aiuto di un cistoscopio.
  4. Uroflowmetry - registrazione in forma grafica della velocità e della portata oraria della minzione, del volume di urina escreta, ecc.
  5. La cistometria è uno studio sulla capacità di ridurre la parete del muscolo della vescica e il suo tono della vescica. Questo metodo consente di conoscere l'adattabilità della vescica per aumentare il volume durante il riempimento.
  6. La profilometria è una misurazione della pressione nell'uretra.

Trattamento conservativo

Metodo di trattamento conservativo utilizzato:

  • nelle donne con incontinenza inespressa dopo il parto;
  • in pazienti con un aumentato rischio di intervento chirurgico;
  • nelle donne anziane che sono già state operate in precedenza senza un risultato positivo.

La terapia conservativa include:

  • l'uso di esercizi speciali per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico;
  • l'uso di correnti diadinamiche e galvaniche con una frequenza di 50 e 100 hertz;
  • elettroforesi - l'introduzione di farmaci nel tessuto mediante effetti elettromagnetici;
  • l'uso di farmaci che influenzano il tratto urinario inferiore.

Metodo di trattamento chirurgico

Il trattamento conservativo è usato non più di un anno consecutivo. In caso di sintomi di incontinenza urinaria alla scadenza di questo periodo, viene eseguito l'intervento chirurgico.

Nel processo di operazioni creare ulteriore supporto per l'uretra.

Esistono diversi metodi per condurre tali operazioni:

  1. L'introduzione del gel nello spazio situato vicino allo spazio dell'uretra in anestesia locale. Allo stesso tempo, rimane un'alta probabilità di recidiva di questa malattia.
  2. Urethrocytocervicopepsia - rafforzamento dei legamenti vescico-pubici, creando una posizione normale per l'uretra e il collo della vescica.
  3. Operazione loop tramite nastro sintetico prolene. Si chiama anche "tecnica TVT". La prostituzione non si dissolve, quindi non causa la risposta del corpo all'introduzione di materiale estraneo, e inoltre non perde la sua forza originale.

Misure preventive in caso di incontinenza urinaria dopo la nascita.

  1. Svuoti prontamente la tua vescica.
  2. Cerca di evitare alcol, bevande contenenti caffeina, farmaci.
  3. Non permettere la stitichezza. Mangia un sacco di verdure crude e frutta fresca.
  4. Smetti di fumare, poiché la nicotina irrita la superficie della vescica.
  5. Fai attenzione al tuo peso corporeo.

Quale dovrebbe essere la dieta dopo la nascita? Leggi qui

Incontinenza dopo il parto: cause e trattamento

Con la nascita di un bambino, la felicità arriva alla vita di una donna. Giovani mummie condividono volentieri le loro nuove sensazioni. Quasi a tutti. Alcuni preferiscono rimanere in silenzio, anche con i parenti. Ad esempio, problemi postparto con la minzione, manifestati dall'incontinenza urinaria.

Perché è difficile controllare la minzione dopo il parto?

Fin dall'infanzia, ci insegnano le regole del comportamento decente nella società. Parlare di problemi con la fisiologia non è buono. Se vieni a visitare, inizia a discutere ad alta voce la loro incontinenza, i presenti si sentono a disagio. Ma con il dottore devi condividere assolutamente tutto su come si comporta il tuo corpo.

Poi scopri che la maggior parte delle donne appena nate sperimenta la stessa cosa. Durante il parto, il corpo femminile è sottoposto a uno stress tremendo e alcuni organi sono ancora normali per molto tempo dopo il parto. Ad esempio, la vescica. L'urina può essere espulsa quando si starnutisce, si ride e anche durante il rapporto sessuale.

Ma molte persone considerano il loro problema vergognoso e non ne parlano a nessuno, il che peggiora le cose. L'incontinenza urinaria deve essere trattata e nella fase iniziale è molto più facile da fare. Il problema in sé non scomparirà, ignorando non farà altro che aggravare la situazione.

Questo è il sistema urinario nelle donne.

Cause di minzione incontrollata

Durante la gravidanza con la crescita del feto aumenta il carico sugli organi pelvici, che comprendono la vescica. La circolazione del sangue nei muscoli responsabili della ritenzione urinaria è disturbata a causa della partecipazione alla formazione del canale del parto. Il gruppo a rischio comprende le donne che hanno:

  • grande frutto;
  • consegna ripetuta;
  • nel processo di avere figli, è stato utilizzato l'intervento chirurgico;
  • gravidanza multipla;
  • una pelvi stretta, che crea ulteriore pressione quando il bambino passa il canale del parto;
  • sovrappeso, sotto l'influenza di cui i muscoli si tendono e non riescono a mantenere la vescica nella posizione corretta, quei chili in più aumentano la pressione sugli organi interni;
  • ci sono malattie del sistema genito-urinario (pielonefrite, cistite e altre).

Oltre a questi, ci sono fattori trovati in rari casi. Anche se non ci sono motivi elencati nell'elenco, ma ci sono sintomi di incontinenza, il ginecologo aiuterà a determinare cosa ha causato il fallimento del corpo.

Il feto durante la gravidanza mette sotto pressione la vescica

Segni di incontinenza urinaria

Se una volta non avevi il tempo di usare il bagno perché eri occupato con un bambino, questo non significa incontinenza. Ma i seguenti motivi danno motivo di sospettare problemi di minzione:

  • al crescere, accovacciarsi, starnutire, ridere o tossire, l'urina viene espulsa;
  • lo svuotamento incompleto della vescica è costantemente sentito;
  • la minzione si verifica durante il rapporto sessuale o qualsiasi sforzo fisico;
  • c'è un corpo estraneo nella vagina.

Se noti questi o sintomi simili, dovresti immediatamente vedere un appuntamento con un ginecologo. Nella fase iniziale, la terapia farmacologica è eccellente.

La gravità del malessere:

  1. Facile. Il rilascio involontario di urina avviene durante un'attività fisica eccessiva. Ad esempio, quando si praticano sport che richiedono sforzi dei muscoli degli addominali (salto, ginnastica o jogging).
  2. Media. L'urinazione si verifica quando la tensione debole nei muscoli addominali. Ad esempio, quando tossisci, starnutisci o ridi.
  3. Pesante. L'urina viene rilasciata anche durante il sonno e per nessuna ragione apparente quando si cambia la posizione di una donna che dorme.

Il mio secondo parto ha giocato uno scherzo così crudele. Il parto di 1.5 mesi fa è già migliore, ma per la strada è caduto 2 volte (è scivolato) e... è andato a casa a cambiarsi. Orrore come vergogna, temo che mio marito lo scoprirà. Primo figlio 4200, il secondo - 4650g. entrambe le volte senza interruzioni - che, a quanto pare, si estendevano. Il quinto giorno dopo la nascita, quando mi resi conto del problema all'ospedale, andai a capo dell'ospedale. Ha detto sei mesi di non sollevare nulla di pesante. Esercizi da fare solo mentendo. E se non si riprende, allora a loro - perché - non ha detto...

bardula

http://www.babyplan.ru/forums/topic/24042-nederzhanie-mochi-posle-rodov/

Tipi di minzione incontrollata

Nel periodo postpartum sono possibili 6 tipi di incontinenza urinaria. Sono diagnosticati individualmente o in combinazione di più in una volta:

  • stress incontinenza urinaria - si verifica più frequentemente, espressa in minzione quando si tossisce, si ride o si piange;
  • riflesso - quando viene rilasciata l'urina a causa di motivi provocatori (suoni di acqua corrente);
  • perdita di una vescica straripante - di solito sullo sfondo di infezioni del tratto urinario esistenti;
  • enuresi - minzione involontaria durante le ore di sonno;
  • urgente - frequente desiderio di urinare e incapacità di trattenerli;
  • escrezione urinaria incontrollata in piccole quantità durante il giorno.

Video: cosa è necessario sapere sull'incontinenza urinaria nelle donne

Diagnosi di problemi di minzione

Inizialmente, il medico si offrirà di eseguire il test più semplice per determinare l'incontinenza urinaria, ovvero chiedere al paziente nella sedia ginecologica di tossire. Se almeno una piccola quantità di urina viene escreta, il test è considerato positivo. La donna tiene un diario di osservazioni della sua minzione per due giorni, quindi arriva al follow-up con i risultati. È necessario registrare la frequenza di stimolazione, la quantità stimata di fluido allocato durante una minzione, gli episodi di incontinenza urinaria e la propria attività fisica durante il periodo di osservazione. Ciò rende possibile valutare la dinamica della malattia nel ritmo naturale della vita del paziente.

Prima della nomina del laboratorio di trattamento viene effettuata la diagnosi:

  • Ultrasuoni dei reni, organi pelvici.
  • Test di laboratorio su sangue e urina.
  • Se necessario, viene eseguito uroflowmetry. Questo test consente di identificare le violazioni delle dinamiche del tratto urinario inferiore.
  • Cistometria: uno studio che consente di studiare la patologia nella vescica.
  • La profilometria uretrale è uno studio che consente di valutare la condizione dell'uretra.

Il medico deve prescrivere un test di laboratorio di urina.

Trattamento di urinazione incontrollabile

Come tutte le malattie, l'incontinenza urinaria è più facile da conquistare quando inizia a manifestarsi.

Trattamento conservativo

Quando lo stress urinario incontinenza (SNM) aiuta una tecnica conservativa. Esclude la chirurgia e raccomanda:

  • farmaci prescritti dal medico curante;
  • esercizi che rafforzano i muscoli vaginali;
  • formazione della vescica;
  • complesso di fisioterapia di esercizi.

Esercizi per rafforzare i muscoli vaginali

I muscoli indeboliti vengono allenati con l'aiuto di pesi-palle di peso fino a 50 g collocati nella vagina. 3-4 volte al giorno per un quarto d'ora una donna dovrebbe fare le sue attività quotidiane, tenendo le palle dentro se stessa. Gli esercizi con le palle iniziano con lattice leggero o plastica. Quando appare la fiducia nei tuoi muscoli, puoi passare a palle pesanti, ad esempio palle di metallo.

Donna che fa esercizi di kegel per rafforzare i muscoli vaginali

Il kegel ha modificato i metodi di allenamento dei muscoli vaginali noti da molto tempo. Il suo metodo consiglia di spremere e distendere i muscoli vaginali in posizione prona ogni giorno almeno 100 volte, sollevando il bacino verso l'alto. Durante la minzione, dovresti provare a ritardare il flusso di urina per 3-4 secondi, quindi continuare il processo. Gli esercizi di Kegel non richiedono strumenti speciali.

Allenamento alla vescica

L'incontinenza crea l'abitudine di visitare il bagno al minimo desiderio di urinare. Un allenamento della vescica comporta l'eliminazione di piccoli bisogni rigorosamente in tempo. Questo estende l'intervallo di tempo tra le visite al bagno. Ma non dovresti resistere ancora per molto tempo, non lasciare che la vescica trabocchi. Dopo 1,5-2 mesi, si sviluppa l'abitudine di trattenere il contenuto della vescica e si fissa il controllo della minzione.

Dopo il parto, gli esercizi per risparmiare fino a 6 mesi dovrebbero essere per lo più sdraiati. Leggi per cominciare la diastasi e poi un'altra ernia con il potere accumulato. I muscoli intimi possono essere allenati dopo 8 mesi. Consiglio alla letteratura "ginnastica intima per donne".

volpe

https://www.u-mama.ru/forum/family/health/732445/index.html

Fisioterapia per incontinenza

Nel trattamento dell'incontinenza urinaria nelle donne nel periodo postpartum, vengono utilizzate la stimolazione elettromagnetica e la stimolazione elettrica. Questi tipi di terapia aiutano a rafforzare il pavimento pelvico ea stabilire il processo di minzione, se il rafforzamento degli esercizi fisici causa difficoltà (i muscoli sono troppo deboli). Ma ci sono controindicazioni: malattie oncologiche, disturbi del sistema cardiovascolare, forme acute di malattie epatiche e renali.

Le medicine sono prescritte solo da un medico, non cercare di essere trattato da solo confrontando i sintomi con quelli trovati su Internet. Il trattamento farmacologico è prescritto per l'enuresi, negli altri casi di SNM è inefficace. Con metodi tradizionali, anche, dovrebbero essere trattati in modo critico, dopo aver studiato i pro ei contro.

Per esempio, ho incontrato consigli sul trattamento dell'enuresi, raccomandando l'uso di cibi salati che trattengono l'umidità nel corpo. Cioè, secondo i consulenti, l'aringa notturna aiuterà a evitare la minzione involontaria. C'è un granello di verità in questo, un pediatra consigliò di dare una coda di aringa e di non bere dopo, un amico che soffriva di enuresi durante l'infanzia. Ma devi capire che un metodo che aiuta l'uno, l'altro può essere dannoso. Le cause dell'incontinenza tra bambini e adulti variano. Nelle malattie dei reni, nel cuore e nella tendenza all'edema, il salato è controindicato. E in assenza di queste malattie, è importante non essere coinvolti in aringhe in grandi quantità, soprattutto di notte. Se il medico dice che puoi provare questo metodo di trattare l'enuresi, limitati a una piccola fetta con una fetta di pane, non di più. Ma è meglio affrontare la causa piuttosto che rimuovere i sintomi.

Video: perché e come eseguire correttamente gli esercizi di Kegel

Tieni presente che solo la terapia di combinazione dopo l'esame da parte di un medico darà risultati positivi nel trattamento.

Trattamento chirurgico dell'incontinenza urinaria nelle donne appena nate

Per l'aiuto dei chirurghi ricorrere solo in assenza di un effetto positivo dopo il trattamento conservativo:

  1. Colposospensione. Durante questa operazione, viene stabilita la corretta posizione della vescica e dell'uretra (uretra).
  2. Sling (dall'inglese. Sling - ligation) operazioni. Sotto l'uretra mettere un anello o una rete di supporto di materiale sintetico.
  3. Protesi. Con la completa perdita delle funzioni dello sfintere (apertura del muscolo compressivo), il paziente viene posizionato una protesi. Dopo l'intervento chirurgico, la donna diventa disabile.

Dopo l'intervento chirurgico, viene prescritto un ciclo di antibiotici.

Durante l'operazione, un anello viene applicato alla parte centrale dell'uretra.

Incontinenza fecale nel periodo postpartum

Abbastanza spesso, le donne che hanno partorito di recente hanno anche un problema con l'indebolimento dei muscoli dell'intestino, motivo per cui si verifica una defecazione involontaria (la produzione di feci). Causato dagli stessi fattori di quando la minzione incontrollata. Nella maggior parte dei casi una visita tempestiva al medico aiuta a far fronte a disturbi fisiologici entro un anno dal parto. I ginecologi raccomandano gli esercizi di Kegel per rafforzare i muscoli anali, in rari casi viene prescritto un trattamento chirurgico.

Facilita la vita di pad speciali e biancheria con uno strato assorbente.

È giusto che tu ti svuoti e tu non senta l'inizio del processo: presto passerà, in un massimo di due settimane. La stessa cosa è successa. Ma poi ho avuto un altro problema (forse non lo toccherai) - al minimo fisico. uscì un sacco di urina - starnutendo, tosse grave, se corri veloce, salta, ecc. È passato molto tempo, più di un anno. Costantemente ha fatto gli esercizi, ora non sembra.

Nei raggi del sole al tramonto

https://deti.mail.ru/forum/zdorove/zdorove_krasota_diety/nederzhanie_mochi_posle_rodov/

Prevenzione dell'incontinenza urinaria nel periodo postpartum

Per non impegnarsi nel trattamento, quando è così pieno di preoccupazioni per il bambino, è importante anche prima della nascita cercare di ridurre i rischi a seconda di te per ottenere una spiacevole sorpresa sotto forma di incontinenza o feci:

  • mangiare bene, non ingrassare, dare inutili stress agli organi pelvici;
  • per aderire alle raccomandazioni di un medico che osserva la gravidanza, una diagnosi tempestiva vi permetterà di evitare spiacevoli conseguenze nella donna partoriente e di non danneggiare il bambino;
  • indossare una benda che supporta i muscoli addominali durante la gravidanza;
  • cercare di evitare la stitichezza, lo stress eccessivo spesso porta a problemi con la ritenzione di urina o feci in futuro;
  • tempo per trattare l'infiammazione e le malattie del sistema genito-urinario;
  • esercizi fisici che rafforzano i muscoli della vagina, è meglio iniziare prima della nascita, e anche prima dell'inizio della gravidanza;
  • evitare il trabocco della vescica, perché la tensione dei muscoli li allunga, rendendola in definitiva inutile;
  • rinunciare a cattive abitudini, alcol e fumo rilassare i muscoli, privandoli della loro capacità di trattenere l'urina e le feci.

Nei primi mesi dopo la nascita, ho avuto "confusioni": su consiglio del mio ginecologo ho fatto esercizi di Kegel e ho saltato su un fitball (una palla grande per il fitness). Pad speciali usati. Il problema era scomparso quando il figlio aveva già 4 mesi interi, quindi se ne andò con un leggero spavento. Ma per qualche tempo non ho fermato gli esercizi per consolidare il risultato.

Se si presta attenzione ai segnali inviati dal corpo e in tempo utile per iniziare la terapia, l'incontinenza urinaria viene trattata in breve tempo. La cosa principale è non iniziare la malattia. Non provare l'automedicazione.

Perdita di urina dopo la consegna

Ciao, caro lettore!

L'articolo discute la perdita di urina dopo il parto. Spiegheremo perché questo accade, cosa fare e come trattarlo.

motivi

Minzione involontaria sistematica dopo il parto è una patologia. Questa condizione viene solitamente indicata come incontinenza da stress, in cui l'urina viene espulsa quando si salta e si starnutisce, si tossisce, si intimezza intimo.

L'incontinenza urinaria non è una malattia, ma un malfunzionamento del sistema urinario. Questa complicazione si manifesta nel dieci percento dei rappresentanti del sesso debole durante la prima gravidanza e il parto. I ripetitivi e le donne con seconde e successive gravidanze sono "fortunate" di più, poiché la patologia si verifica nel 21% dei rappresentanti del sesso debole. Le donne che hanno dato alla luce un bambino attraverso il taglio cesareo hanno meno probabilità di soffrire di urinazione involontaria rispetto a quelle che hanno dato alla luce se stesse.

Questa condizione patologica del corpo femminile è soggetta a correzione. Di solito, la funzione urinaria si normalizza in 12 mesi, ma a volte no. Questa patologia non rappresenta una minaccia per la vita della madre, se non ci sono processi infiammatori. La presenza di varie infezioni può anche influire sulla minzione involontaria.

Diagnostica tempestiva della patologia e terapia scelta correttamente consente di eliminare l'incontinenza. Ignorare le terapie può provocare complicazioni più difficili da risolvere e in futuro è probabile una ricaduta.

La causa principale della minzione involontaria dopo il parto è l'indebolimento e l'allungamento dei muscoli del pavimento pelvico, che forniscono il supporto necessario per l'utero per tutto il periodo della gestazione. Il pavimento pelvico è necessario per mantenere gli organi interni, mantenendoli nella posizione desiderata, stabilizzando la pressione intra-addominale. Come riprendersi dopo la nascita, scoprire qui.

Il pavimento pelvico aiuta ad espellere il feto durante il travaglio, formando il canale del parto. Di conseguenza, vi è uno stiramento dei muscoli a causa della gravità dell'utero, e appare anche a causa del feto in crescita. Il travaglio difficile, un grande feto, traumatizzante durante il parto - tutto questo provoca l'indebolimento dei muscoli e, di conseguenza, problemi con la ritenzione di urina.

Un altro problema di localizzazione simile può essere il dolore nel clitoride. Leggi qui.

sintomi

In medicina, ci sono tali forme di incontinenza urinaria:

  • lo stress;
  • urgente;
  • notte;
  • normale involontario;
  • reflex;
  • incontinenza da trabocco.

Dribbling dovrebbe essere aggiunto ad un altro tipo di incontinenza dopo che la vescica è completamente vuota.

L'incontinenza nel sesso debole viene diagnosticata in caso di sintomi:

  • minzione involontaria sistematica;
  • grande volume di urina;
  • aumento dell'escrezione urinaria durante il salto, lo stress e qualsiasi altra attività fisica.

trattamento

La terapia della disfunzione urinaria richiede un intervento medico. Alcune giovani mamme ignorano il trattamento o si rassegnano a questa patologia. Il trattamento dell'incontinenza urinaria postpartum coinvolge sia metodi radicali che metodi conservativi.

Gli esperti consigliano di astenersi dall'auto-trattamento, perché solo un'accurata visita medica può rivelare la presenza o l'assenza di processi infiammatori e infettivi che potrebbero provocare questa patologia. Durante la terapia, non c'è bisogno di usare droghe, sono prescritte solo in presenza di infiammazioni o infezioni nel corpo.

Metodi per diagnosticare la patologia:

  • test di laboratorio;
  • presa della storia;
  • esame ecografico

Inoltre, la diagnosi include un esame su una sedia nell'ufficio del ginecologo, cistoscopia e KUI (studio urodinamico complesso).

Alla terapia conservativa può essere attribuito l'attuazione di un certo insieme di esercizi, che mira a rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Questi esercizi sono chiamati trattamenti senza gradini, implicano l'allenamento dei muscoli tenendo pesi con un certo peso in aumento.

La durata media della stabilizzazione della minzione durante la terapia conservativa è di un anno. Se il trattamento fosse efficace, tutti i sintomi della patologia spariranno.

Se il trattamento conservativo era inefficace, vengono utilizzati i metodi chirurgici per eliminare la patologia. Vale a dire, viene utilizzata una tecnica minimamente invasiva.

I principali metodi di correzione chirurgica:

  1. In condizioni stazionarie o in regime ambulatoriale, il gel viene iniettato nello spazio parauretrale. Questo metodo non protegge dal verificarsi di ricadute.
  2. L'uretrocitocervicopessi è un'operazione che aiuta a riparare la vescica, l'utero e l'uretra. Questo metodo è usato di rado, a meno che non vi siano violazioni significative della struttura dei muscoli del bacino.
  3. Operazioni del ciclo di sling. Sotto la parte centrale dell'uretra sono presenti anelli sintetici che forniscono ulteriore supporto.

Se una mamma giovane nota nei suoi inconsistenti segni di incontinenza urinaria, allora in questo caso dovresti anche cercare l'aiuto di specialisti. In questo caso, casi isolati di incontinenza urinaria in piccoli volumi possono verificarsi in un corpo sano.

Recensioni

Catherine, 25 anni

Un mese dopo aver dato alla luce, ho notato che la mia biancheria intima era costantemente bagnata. All'inizio non ho attribuito alcuna importanza a questo, ho pensato che stavo sudando molto, ma poi ho visitato il ginecologo e mi sono lamentato di questi sintomi. Il medico ha consigliato di superare i test e sottoporsi a una diagnosi. Alla fine, mi è stata diagnosticata l'incontinenza urinaria. È bene che sia stato curato in maniera tempestiva e che tutto sia andato senza complicazioni.

Ho avuto un parto difficile, molte pause. E questo non è sorprendente, dal momento che il bambino pesava 4,5 kg. Alcuni mesi dopo ho notato perdite di urina. Sono andato dal medico, dopo aver superato tutti i test e gli esami, hanno mostrato l'incontinenza. Prescritto il trattamento necessario, dopo un po 'ho completamente dimenticato questo problema.

Angelina, 28 anni

Dopo la nascita del suo bambino più volte notato nella sua minzione involontaria. Dopo l'analisi e l'esame, il dottore ha detto che ero completamente sano, e tali sintomi a volte si verificano anche tra coloro che non hanno alcuna malattia.